Le opinioni espresse dai tesserati sono libere e non soggette a censura,
nel rispetto delle Norme dettate dallo Statuto che qualificano la FIGB
come apartitica, apolitica e aconfessionale.
Il Comitato Regionale non si assume qualsivoglia responsabilità per quanto espresso dai tesserati,
limitandosi a mettere a disposizione lo spazio web e i mezzi tecnici di pubblicazione.

 

Il Circolo di Bologna al quarto tentativo.

Di Angelo Saccaro


Martedì 14 dicembre 2015, è stata inaugurata la quarta “sede” dell'associazione sporiva il circolo di Bologna nata ormai qualche anno fa nei locali del “SIRENELLA” una sala da ballo in via San Donato famosa anche per il “discorso” che l'allora segretario del PC Occhetto, vi tenne per decretare la fine del comunismo ortodosso e l'inizio del cammino di un nuovo partito. Fautori del progetto il patron Ezio Fornaciari ma anche l'ex presidente della provincia e ns, caro amico che tanto ci manca, Peppino Petruzzelli che tramite le sue conoscenze politiche riuscì ad ottenere per un periodo di prova, un affitto calmierato per una sede obiettivamente ideale per le esigenze dei bridgisti. Non riuscendo il circolo a decollare si è dovuto accettare di adattarsi come ospiti presso il club del martedì e poi, invitati a “sgombrare” ancora ospiti di un centro anziani al Casalone sempre in via San Donato convivendo con i pensionati una sede molto “casereccia” quando della sopravvivenza del circolo si è impegnato Renzo Sovrano. Poi finita l'era Sovrano la palla è passata ad Enes Baschieri che ha trovato una sede più che decorosa al centro anziani del Barracano. prospicente la chiesa del Barracano un tempo famosa perchè usava a Bologna andare a “prendere la pace” nella bella chiesa antistante l'ampio piazzale, subito dopo la cerimonia di nozze.

Evidentemente quando usavano ancora le nozze in chiesa.

Torniamo a noi. Molte bridgiste fra quelle che hanno abitualmente frequentato il circolo nele varie sedi, si sono impegnate per portare i generi di conforto: lasagne, stuzzichini, torte e chi ne ha più ne metta. Il tutto innaffiato abbondantemente dai vini portati da Fornaciari.

Il torneo, un barometer di 45 coppie, è stato perfettamente illustrato dai vincitori: Maurizio Pattacini ed Ezio Fornaciari davanti ai “soliti” routinier fra cui spiccavano però campioni come Emanuela Fusari, Carla Soldati, Gabriele Gavelli e Mauro Basile. Alcune signore hanno sfoggiato leggiadre, eleganti mises. Gradita la presenza del, neo presidente dell'associazione sportiva bridge Bologna, il dr. Giuseppe Frenna che ha portato il cordiale saluto della maggiore associazione di Bologna ed una delle maggiori d'Italia. Perfetto il padrone di casa l'architetto Eenes Baschieri coadiuvato dalla sorridente, disponibile consorte Marilena Nanni.e dalla cugina Marisa Baschieri public relation del club.

Speriamo che questa sia la volta buona. Si giocherà per adesso soltanto al martedì sera negli ampi locali completamente destinati al bridge con una capienza massima di 25 tavoli. Fantastico l'ampio parcheggio praticamente adiacente ai tavoli da gioco! Alla prossima.