Le opinioni espresse dai tesserati sono libere e non soggette a censura,
nel rispetto delle Norme dettate dallo Statuto che qualificano la FIGB
come apartitica, apolitica e aconfessionale.
Il Comitato Regionale non si assume qualsivoglia responsabilità per quanto espresso dai tesserati,
limitandosi a mettere a disposizione lo spazio web e i mezzi tecnici di pubblicazione.

 

Audace colpo....

di Angelo Saccaro

Vi voglio raccontare una mano giocata al club del martedì nel corso del simultaneo light di martedì sera 11 febbraio 2014.

Il dealer è nord che dichiara 1 fiori (preparatorio: si gioca naturale nobili quinti), segue passo di est e 1 quadri (ambiguo!!) di sud. Dopo il passo di ovest, nord dichiara 2 quadri (ha almeno quattro carte) segue est che passa e quindi sud dichiara 4 senza (richiesta di assi), ovest passa e nord con 5 quadri dice di avere 1 o 4 assi. Sud conclude a sei senza. Tutti passano. Non so se a voi sembra tutto regolare ma per me, a pelle, c'è qualche cosa che non torna!!!

Ovest attacca con il 5 di picche (un colore in cui il compagno dovrebbe poter dire la sua) e nord scende con:

7

J 10 4

K 10 8 7

A K 6 5 4

ed est che ha:

K 8 6 3

A 7 6

6 2

9 3

segue (tragicamente!!!) con il K. (alla fin fine il 5 dovrebbe essere un busso e quindi il mio mi promette almeno la donna ma più probabilmente Q e J)

Tombola! Sud allinea dodici prese cedendo soltanto la presa di asso di cuori.

Ecco la smazzata completa

 




7
J 10 4
K 10 8 7
A K 6 5 4

 




5 4
9 8
J 5 4 3
Q 10 8 7 2

N

W              E

S




K 9 6 3
A 7 6 5 2
6 26 2
9 3

 




A Q J 10 8 2
K Q 3
A Q 9
J

 

Il piano diabolico di sud si è miracolosamente realizzato con l'aiuto di circostanze fortunate (l'attaco a picche, pilotato, e il 5 che ha ingannato est che l'ha interpretato come una “bussata).

I numerosi angolisti, presenti al tavolo ignorando i doveri del loro ruolo hanno, scandalizzati, commentato l'operato di sud coprendolo di contumelie, “ E' allucinante! Ha chiamato un contratto che non si può mai fare e poi ha fatto una psichica*; bisogna chiamare l'arbitro come si fa a non licitare un palo sesto così ben onorato. Tutta musica per le orecchie di sud che aveva sempre sognato di incontrare la mano della vita in cui poter esprimere le sue qualità di psicologo.
Non c'è che da ricordare gli interpreti di questa “pochade”. In nord sedeva Raffaele Ottavio nell'occasione ignaro spettatore, in ovest Angela Bonferroni che ha avuto il torto di trovarsi in mano 5 e 4 di picche, in est “Cicci” Montaguti che ha avuto il torto di”rendendosi involontariamente complice. E in sud? E' un segreto che mi porterò nella tomba.

* In realtà l'angolista (Cinzia Calzolari) non avaeva torto ad invocare l'arbitro che se interpellato non avrebbe potuto fare a meno, appurato che si giocava naturale in un torneo di circolo, di “rimborsare” la coppia infastidita dalla psichica e...addio audace colpo.

Alla prossima.